Allevatori abruzzesi alla difesa del latte dop

Roma, iniziativa "Un giorno da allevatore", organizzata da ColdirettiCASTEL DEL MONTE «Nella produzione di latte e latticini bisogna portare avanti un discorso di qualità, magari legato alle specificità del nostro territorio altrimenti, sulle quantità abbiamo già perso in partenza». Giulio Petronio, 56 anni titolare di uno degli allevamenti ovini e bovini più fiorenti dell’Aquilano, commenta così la mobilitazione nazionale, promossa da Coldiretti, in difesa della produzione made in Italy. Una manifestazione che ha registrato iniziative in tante piazze d’Italia, con tanto di “mungiture collettive”. Venerdì scorso, in Campidoglio, c’è stato uno dei sit-in più eclatanti, per chiedere l’applicazione di una legge che vieta pratiche di commercio sleale, la trasparenza sui dati relativi alle importazioni di latte e di prodotti con derivati del latte (compresa la tracciabilità delle risorse utilizzate), l’indicazione obbligatoria dell’origine nelle etichette del latte (anche Uht) e dei formaggi, oltre alla garanzia che venga chiamato “formaggio” solo ciò che deriva dal latte.

Continua a leggere

A Bruxelles coi sindaci a caccia di risorse Ue

euro

BRUXELLES. #NoAusterity #RipDemocracy. I manifesti sulle porte delle stanze degli esponenti Efdd hanno i colori della piazza. Segno di un’Europa che vuole ritrovarsi unita, ma che vuole anche affrancarsi da parametri e «regole di ingaggio» troppo stringenti per le forze dei singoli Paesi. Quei colori rassicuranti di una bandiera della pace che spunta sul personal computer dell’europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Daniela Aiuto mai stanca di spiegare che si può essere euroscettici e lavorare, comunque, settimanalmente per affermare le proprie idee in commissione. VIDEO

Continua a leggere