Siria, Domenico Quirico è stato liberato

ImmagineIl giornalista della Stampa Domenico Quirico, rapito 5 mesi fa in Siria, è stato liberato ed è rientrato nella notte in Italia, a Ciampino. Ad accoglierlo il ministro degli Esteri Bonino. “Sono stato trattato non bene, ho avuto paura – ha detto Quirico, provato, ma in buone condizioni -. Ho vissuto cinque mesi su marte. Ho cercato di raccontare la rivoluzione siriana, ma può essere che questa mi abbia tradito. Non è più la rivoluzione laica di Aleppo, è diventata un’altra cosa, molto pericolosa”.

Sportissimamente, la notte dello sport che tifa per la pace

Immagine

«Teramo tifa per la pace». Quanto è bello lo striscione bianco posto sul palco alla fine della scalinata che sta alle spalle del Duomo. Quella stessa scalinata dove, qualche settimana fa, si sono esibite le miss in bikini bacchettate dal vescovo. La stessa che ieri, invece, ha visto il sindaco Maurizio Brucchi esibirsi in un’inedita prestazione di “walking”. Inedita almeno per chi non frequenta la palestra Energia New. Continua a leggere

Preghiera e digiuno per pace, tutti con il Papa

Immagine
Sono 14 milioni gli italiani decisi a seguire l’indicazione di Papa Francesco di vivere la giornata d oggi con una attenzione particolare al digiuno e alla preghiera. A questi si aggiungono altri 11 milioni di italiani, che non hanno ancora deciso, Continua a leggere

Siria, massacro di bambini

ROMA. Corpicini allineati, uno accanto all’altro. Scoperti come bambolotti rotti. Qualcuno ha la maglietta sollevata sul petto, alcuni hanno addosso il pigiamino: quello di una bambina di 6-7 anni è rosa, con l’immagine del canarino Titty, che la fa sempre in barba al Gatto Silvestro. Fanno il giro della rete le immagini della strage che ha insanguinato la Siria nel 63mo venerdì di proteste contro il regime: a Hula, nella provincia ribelle di Homs, le forze di sicurezza del regime di Bashar al-Assad hanno ucciso un centinaio di persone, tra cui molti bambini.

Immagine

Continua a leggere

Strage di bambini in Siria, un pigiamino rosa tra le lenzuola bianche

Una decina di bambini allineati per terra, scoperti, esposti, come bambolotti rotti, il più piccolo di forse un anno. Qualcuno con gli occhi sbarrati, un paio con la maglietta sollevata sul petto nudo, un altro paio con indosso il piagiamino: quello di una bambina di 6-7 anni è rosa, con l’immagine del canarino Titty, che la fa sempre in barba al
Gatto Silvestro. Sono le immagini più drammatiche di un videoshock messo in rete da attivisti dell’opposizione siriana a testimonianza del ‘massacro’ avvenuto nella cittadina di Hula ad opera delle forze governative, con 110 vittime.

Continua a leggere