Chiude la Porta Santa aspettando il Giubileo

image

L’AQUILA. La Porta Santa chiude a ridosso delle 20, ma l’accesso ai fedeli viene precluso una decina di minuti prima, lasciando qualcuno fuori a dover rimandare l’appuntamento con l’indulgenza. «È per questo che il buon Celestino chiedeva di lasciarla aperta per otto giorni», ricorda Floro Panti a due passi dal sagrato. Ma chi non ce l’ha fatta non dovrà aspettare molto: per dirla con le parole dell’arcivescovo Giuseppe Petrocchi, la 721esima Perdonanza al giubileo della Misericordia, al via l’8 dicembre, c’è un ponte i cui pilastri sono quelli di Celestino e Papa Francesco. L’arcivescovo sa di parlare ai fedeli di una città stanca e ferita che ha appena vissuto una delle sue settimane più controverse di questi anni del post-sisma. Continua a leggere

#cercandoildrago tra i vicoli del centro devastati dal sisma

unnamed

Sulle Tracce del Drago è un format sul Medioevo e il fantastico, ideato e organizzato negli anni Novanta da Salvatore Santangelo e con diverse edizioni all’attivo (ben 6), tutte svoltesi durante la Perdonanza Celestiniana.
La manifestazione torna dopo anni di assenza, grazie all’impegno di Riccardo Cicerone, del coworking Strange Office, dell’associazione L’Aquila Che Rinasce e grazie al contributo dellaFondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila. 

Sulle Tracce del Drago 2015 si svolgerà in tre giorni (martedì 18, mercoledì 19 e giovedì 20 agosto) ed è inclusa ufficialmente nel programma degli eventi culturali della Perdonanza. Si terrà presso il Palazzetto dei Nobili e nell’adiacente piazza Santa Margherita.
Al suo interno: sessioni di giochi di ruolo dal vivo e cartaceo aperte al pubblico, dimostrazioni di scherma medioevale e rinascimentale, una ludoteca gratuita a disposizione dei visitatori, concerti sul palco allestito in piazza Santa Margherita, una mostra sul Medioevo fantastico e numerose iniziative culturali (interventi, seminari, workshop, presentazioni di libri).

Continua a leggere

Sulle tracce del Drago: tra gioco, storytelling e integrazione

drago2

Riscoprire le origini della città e di tutta l’Europa attraverso il fantasy, i giochi di ruolo e il fumetto d’autore. Un gioco dell’integrazione che prende forma con questo spirito la tre giorni “Sulle tracce del drago”, promossa dall’associazione L’Aquila che rinasce nell’ambito della Perdonanza. Una tre giorni, da martedì 18 agosto a giovedì 20 agosto, promossa sulla traccia di un evento cult degli anni Novanta, con un format ideato da Salvatore Santangelo. Lunedì scorso, alla Galleria Vinci c’è stata una prima riunione organizzativa per fare il punto delle attività da mettere in campo, a partire da Warhammer 40K, Magic e Yu-Gi-Oh che hanno spopolato il mese scorso nella Fantasy Fest organizzata all’interno dello spazio di co-working di via Roma. Stavolta, saranno il palazzetto dei Nobili e piazza Santa Margherita a ospitare la kermesse. Continua a leggere