Sul palco con gli Even Flow, aspettando il jazz

11217509_10206529948474728_6349795109017460463_n

Una Wishlist e una Rockin’ in the free world sotto un cielo di fine estate. Mentre L’Aquila riempie i suoi spazi musica con la musica dal vivo. Ma attenzione, il tutto deve finire rigorosamente entro le 23.30. Non c’è tempo per aspettare che Cenerentola rientri, complice un’ordinanza di stop alla musica firmata per salvaguardare la tranquillità dei quattro residenti del centro storico e del dirigente che l’ha firmata. Il tutto per ricordarci che il 67100 appartiene all’Aquila e non a Seattle. Questa era piazza Chiarino l’altra sera, questi erano gli Even Flow, tribute band dei Pearl Jam. (foto Marco Esposito) Continua a leggere

Pearl Jam, il video completo del live a Trieste

Per chi aveva vent’anni nei primi anni 90, assistere oggi a un concerto dei Pearl Jam equivale a ripercorrere un flashback attraverso la propria vita. Eddie, Stone, Jeff, Mike e Matt sono cresciuti e maturati, il loro spettacolo è una lunga cavalcata ideata per regalare al pubblico il meglio della propria carriera, ma ogni sera in modo diverso, modificando sempre drasticamente la scaletta, facendo dell’imprevedibilità un asso nella manica che poche altre formazioni al mondo riescono a giocarsi in maniera altrettanto credibile. Uno show di tre ore nel quale i cinque musicisti americani (sei, considerata la presenza alle tastiere del membro aggiunto Boom Gaspar) danno l’anima.

Continua a leggere

No Code live dall’inizio alla fine

Nocode_-_triangle

Il concerto di Moline (Illinois) con l’esecuzione live di No Code dall’inizio alla fine

Eddie e quel brindìsi a Trieste

Eddie Vedder lancia così Getaway dal palco dello Stadio Nereo Rocco, trascinato dagli applausi del pubblico nel fare un “brindìsi” (lui dice così) a Trieste.

A Trieste coi Pearl Jam, l’omaggio al medico aquilano morto sulla neve

Immagine

TRIESTE. Gli accordi distorti di Deep risuonano ancora nelle casse quando Eddie Vedder si avvicina al microfono. Non per cantare ma per leggere, in un italiano dalla strana pronuncia, poche parole annotate sul foglio. È il suo modo per condividere con il pubblico, giunto domenica a Trieste da mezza Europa per ascoltare i Pearl Jam, il dolore per la perdita di un amico. «È un momento molto duro per me, volevo bene a John», confida, «ero con lui quando ha fatto l’ultimo respiro. Vorrei che gli dedicassimo un coro, prima che il suo spirito voli via». Non ha bisogno di insistere: tutto lo stadio saluta Johnny all’unisono, fermandosi soltanto quando parte l’arpeggio di Come back. A pochi metri dal palco, ma in ordine sparso, c’è un gruppo di aquilani: anche loro hanno nel cuore un amico da ricordare:

VIDEOIL PICCOLOFOTO

Continua a leggere

#Pjtrieste scatti dal prato del Nereo Rocco

Immagine

Immagini random del concerto dei Pearl Jam, a partire dall’attesa, fino alle note di Yellow Ledbetter

Continua a leggere

Notte magica per i Pearl Jam con un “brindìsi” a Trieste

Immagine

Il bilancio: in trentamila entusiasti allo stadio Rocco, gremito come non lo era mai stato, Eddie Vedder fa un brindisi dedicato alla città. Tre ore di musica trascinante senza risparmio di energia e di coinvolgimento Continua a leggere