Capello premiato all’Aquila: “Io dico sì alla moviola in campo”

image

L’AQUILA. «Magari mi convocassero al Parlamento russo, sarei il primo italiano a parlare davanti alla Duma». Il volto è disteso e la voce decisa, ma il continuo grattare delle unghie del commissario tecnico sul tavolo di vetro del sindaco Massimo Cialente tradisce un po’ di nervosismo per come vanno le cose a Mosca alla luce degli ultimi risultati. In attesa di incontrare il ministro dello Sport russo, Vitali Mutko, Capello ci scherza su, ma lascia intendere di aver poca intenzione di imitare Togliatti o Berlinguer. Continua a leggere