Glamyng.com – il fashion blog made in Abruzzo

Immagine

Scarpe stringate, cappotto dalla linea dritta e cappello per creare un “boyfriend style” che si apre su una t-shirt bianca con scritto “Thanks’ for the dinner & the sex”, con tanto di clutch colorata per un tocco di femminilità. Silvia Perrotta lancia così il suo “fashion blog” a inizio marzo, uno spazio web che le permette di trasformare la sua passione nel campo della moda in un lavoro. Fare due passi nel suo mondo significa fare i conti con una giungla di neologismi italiani e inglesi che un po’ disorientano. Partiamo dalle cose più semplici: cosa vuol dire fashion blogger? Si chiamano così le persone che scrivono, pubblicano foto e video legati alla moda sul web. Continua a leggere

Superman 2.0

Clark Kent lascia la carta stampata, si licenzia. Il giornalista più famoso dei  fumetti abbandona la sua professione. Superman si mette al passo coi tempi entrando nel web 2.0 . 

(di Luana Giacovelli – fonte La Stampa)

Clark Kent, alterego di Superman, si licenzia. Il goffo reporter del Daily Planet cambia mestiere e abbandona il quotidiano di Metropolis per diventare un blogger.

 

Continua a leggere

Ricostruire insieme: il sito

“Ricostruire insieme” è un coordinamento di associazioni nato all’Aquila dopo il sisma del 6 aprile 2009 allo scopo di offrire un servizio di orientamento agli immigrati ed educazione alla convivialità delle differenze. Il punto di riferimento sulla rete è costituito da una pagina web www.ricostruireinsieme.it

Continua a leggere

AMORE ARTE E SOCIALITA’, UN PONTE TRA LE TENDOPOLI

vai al blog

amoreartesocialita@gmail.comDSCF3339

La drammaticità e la sofferenza che stiamo vivendo come sfollati ora organizzati nei campi base distribuiti sul territorio dell’aquilano, ci ha indotto a riflettere sulla necessità di contribuire attivamente perchè torni a diffondersi tra noi la speranza e la gioia di vivere.

Per molte persone anziane, così come per i bambini e per la maggior parte di noi, non è facile riprendere a sorridere. Del resto i terremoti continui, la distruzione, le macerie, le morti, la perdita delle proprietà, se da un lato ci inducono a chiuderci nel dolore, dall’altro rendono evidente l’impotenza del singolo davanti a un fenomeno naturale di simile portata ch’eppure ci fa stringere in una rinnovata solidarietà dal carattere straordinario. Continua a leggere