Recensione-Lithium 48- Fabio Iuliano – tra rock e follia

Mille Splendidi Libri e non solo

Titolo: Lithium 48

Autore: Fabio Iuliano

Edizione: Aurora

Mi sento in gabbia, ma il problema non è tanto questo. Esistono gabbie di ogni forma e dimensione. A forma di ufficio, a forma di palco, persino a forma di studio televisivo. Le banche di cui parlavaBert, lo spazzacamino. L’amico di Mary Poppins. Non abbiamo mai dato la giusta importanza a ciò che ci facevano vedere da piccoli:Mary Poppins, ad esempio, ci insegnava a diffidare dellebanche. Meglio spendere due penny per far mangiare piccioni,piuttosto che far mangiare maiali.

Fabio Iuliano,giornalista e docente di lingue straniere, firma un nuovo e particolare romanzo dal titolo Lithium 48, edito da Aurora.

Lithium come i sedativi somministrati in una clinica psichiatrica francese; 48 come le ore ripercorse da Simone, blogger e musicista ricoverato per un TSO in…

View original post 613 altre parole

Annunci

Giorno 531. Fabio Iuliano racconta Lithium 48

vivere in centro e altre storie

Giornalista, musicista, blogger, Fabio insegna inglese.

Lithium 48 è la sua seconda pubblicazione. Ne abbiamo parlato a casa mia.

Insieme abbiamo deciso di pubblicare l’intervista integrale, senza tagli. Ci andava così. Anche se era venuta meglio quella che non abbiamo registrato, convinti del contrario.

View original post

Motasemper press: online il nuovo blog

Capture-1

 

Questo blog non sarà più aggiornato nella sua sezione principale. Articoli, curiosità e informazioni su http://www.fabioiuliano.it

Xterra, triathlon offroad sul lago di Scanno

lago-scanno (1)L’unica tappa italiana della famosa gara di triathlon off road si svolgerà in Abruzzo il 26 Luglio 2015 (terza edizione dopo quella del 2014 e 2013), la location è il suggestivo lago di Scanno all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo. Con quest’ulteriore evento l’Abruzzo si candida ad essere, oltre che la regione verde d’Europa, anche la regione del triathlon, infatti ricordiamo che da 4 anni l’unica edizione italiana dell’Ironman 70.3 si tiene a Pescara.

Cos’è Xterra e le gare di triathlon off road

XTerra è una gara di triathlon off road vale a dire non su strada ma su percorsi e sentieri sterrati. Naturalmente il fuori strada è relativo al percorso in bici e di corsa, nel primo si percorrono tracciati equivalenti a quelli tipici delle gare di mountain bike, nella corsa i sentieri sono sterrati e presentano dislivelli (a differenza di una campestre). Continua a leggere

L’Aquila, lavoro per i giovani con il distretto spaziale

image (1)

Dischi vintage, wi-fi gratuito, stampanti che realizzano il faccione di Homer Simpson in 3d. Tutto ti aspetteresti da questo spazio, fuorché di trovare all’interno giovani imprenditori allo studio di soluzioni volte a rilanciare un asset tecnologico dalle potenzialità inesplorate. A via Roma, nell’area di coworking si parla di distretti spaziali, dall’impatto sul territorio delle multinazionali (Thales, Selex, Telespazio), da coniugare con l’apporto creativo delle piccole e medie imprese e, soprattutto, delle start up. Da questa sintesi può nascere un distretto aerospaziale, il settimo in Italia dopo quelli di Lazio, Campania, Puglia, Piemonte, Lombardia e Sardegna. Continua a leggere

Tortoreto, scontro tra due aerei acrobatici: morto un pilota

imageDue aerei che si stavano esibendo prima delle Frecce Tricolori, spettacolo previsto ad Alba Adriatica alle 17, si sono scontrati nel cielo di Tortoreto precipitando in mare. Si tratta di due velivoli monoposto a elica. Un pilota ha effettuato l’ammaraggio e si è salvato. L’uomo – Luigi Wilmo Franceschetti, 43 anni di Brescia – è stato trasferito all’ospedale di Teramo con un’ambulanza della Protezione civile ed era cosciente. L’altro – Marco Ricci, 47 anni di Siena, leader del team di velivoli acrobatici che si stava esibendo – è stato avvistato poco dopo, morto, inabissato con il suo aereo capovolto. Il suo corpo è stato recuperato tre ore dopo dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Continua a leggere

Ombrina, in 60mila a Lanciano per dire no alle trivelle

6a79aff5-628c-4c26-a1ef-c86eb10ed48d_500

Un fiume interminabile di popolo, 60mila persone di ogni età ed estrazione sociale per dire ‘no” ad un Abruzzo distretto   petrolifero, “no” all’Adriatico costellato di piattaforme offshore. Sono arrivati da tutta la regione con il supporto importante di centinaia di associazioni da tutta Italia per una giornata pacifica e gioiosa e una sola parola d’ordine: “No” alla piattaforma di Ombrina Mare, “No” al Petrolio. Continua a leggere