Strage di bambini in Siria, un pigiamino rosa tra le lenzuola bianche

Una decina di bambini allineati per terra, scoperti, esposti, come bambolotti rotti, il più piccolo di forse un anno. Qualcuno con gli occhi sbarrati, un paio con la maglietta sollevata sul petto nudo, un altro paio con indosso il piagiamino: quello di una bambina di 6-7 anni è rosa, con l’immagine del canarino Titty, che la fa sempre in barba al
Gatto Silvestro. Sono le immagini più drammatiche di un videoshock messo in rete da attivisti dell’opposizione siriana a testimonianza del ‘massacro’ avvenuto nella cittadina di Hula ad opera delle forze governative, con 110 vittime.

Continua a leggere

Vagli a spiegare del 6 aprile

(di Chiappanuvoli)

Immagine

Vaglielo a spiegare che non siamo più gli stessi di prima! Per quanto ci si sforzi di ignorare, per quanto ci si sforzi di tornare a vivere, a scherzare, a bersi una birretta a Viale della Croce Rossa, non siamo più gli stessi di prima. Vaglielo a spiegare che la tua visione della vita non è più come la loro visione della vita. Vagli a spiegare che la nostra scala dei valori si è rivoluzionata! Vaglielo a spiegare che tu hai tremato con la terra e con essa ha tremato tutta la tua esistenza e con essa tutto ciò che credevi reale! Vaglielo a spiegare che non ci sono state tappe intermedie, che non hai avuto tempo di capire, di metabolizzare, come può un medico o un becchino. Tu la morte te la sei ritrovata dentro casa, l’hai respirata con la polvere e col sangue nel tuo letto. Vaglielo a spiegare che le cazzate che ti dicono già non hanno più effetto su di te, che ti scivolano addosso, come il tuo dolore scivola addosso ai politici! Vaglielo a spiegare cosa significa ritrovarsi con 309 fratelli in meno. Vagli a spiegare che significa averne 69691 in più! Vagli a spiegare che significa ritrovarsi senza una casa, un tetto, senza una città, una storia ed un futuro! Vaglielo a spiegare che significa essere Aquilano oggi, spiegagli che significa essere Aquilano il 6 Aprile!

Continua a leggere

Un sorriso dal Brasile con Gilberto Gil

Gilberto Gil (foto: Fabio Iuliano)

Gilberto Gil (foto: Fabio Iuliano)

Si è aperta con le note di Gilberto Gil, nell’anfiteatro romano di Amiternum alle porte dell’Aquila, la rassegna artistica «Campi sonori». E’ una delle numerose testimonianze di solidarietà che a partire dai giorni immediatamente successivi al terremoto si sono susseguite a sostegno dell’Abruzzo e della sua popolazione. Il cartellone, che prevede 44 eventi di musica, teatro e danza, vedrà esibirsi gratuitamente, da oggi e fino a settembre, artisti italiani ed internazionali tra i quali Riccardo Muti, Renzo Arbore, Ennio Morricone e Claudio Baglioni. “E’ un concerto dell’anima”, ha detto Gilberto Gil imbracciando la chitarra, “che vuole essere la testimonianza della solidarietà del popolo brasiliano nei confronti dell’Aquila”. Guarda il video pubblicato sul sito del Centro

Samba all'Aquila (foto: Fabio Iuliano)

Samba all'Aquila (foto: Fabio Iuliano)

Il centro storico diventa un grande stadio

L’AQUILA. Esibizioni di danza e ginnastica, combattimenti, simulazioni di tiro, ma anche dimostrazioni di atletica, corsa, calcio. Tutto questo e molto altro per la “Giornata nazionale dello Sport”, che si è svolta ieri in città, in contemporanea nazionale. Giunta alla 5ª edizione, la manifestazione è stata istituita dal Coni per diffondere la pratica sportiva.

Guarda la fotogallery

Continua a leggere

Un giro d affari dietro le discariche abusive

di Fabio Iuliano

L’AQUILA. Svuotano locali, cantine, ma anche magazzini industriali, riciclando tutto quello che  si può riciclare per rivenderlo e abbandonando il resto dove capita. Un business che sembra essere alla base di numerose discariche abusive. Negli ultimi mesi l’Asm è intervenuta su decine di siti dove regolarmente vengono scaricati all’aria aperta rifiuti ingombranti e inquinanti.  Le strade di collegamento tra le frazioni e le periferie cittadine sono il bersaglio principale di assemblamenti di pneumatici, elettrodomestici, amianto ed eternit. Uno spettacolo che interessa praticamente tutte le circoscrizioni cittadine.

Continua a leggere

Giornalismo e Web 2.0

La rivincita delle «grassroots»

 

 

Il giornalismo si riscrive dal basso. Le conquiste tecnologiche dell’era digitale hanno spinto i “professionisti” dell’informazione a rivedere il loro rapporto con i lettori. Mai come ora, il contributo degli utenti è stato determinante nella realizzazione di contenuti giornalistici, e questo a prescindere dalla natura dei diversi contenitori. Che si occupino di giornalismo on line, televisivo, o su carta stampata, i giornalisti del terzo millennio devono fare i conti con la logica del Web 2.0.

LINK: Intervista introduttiva sul Web 2.0

Continua a leggere

Premio Polidoro rassegna stampa internazionale

  • Su segnalazione di Goffredo Palmerini, riportiamo i link di articoli sul premio Polidoro,  pubblicati  su agenzie internazionali e testate all’estero

lINK:
USA

PERU’
SUD AFRICA
Continua a leggere