Jazz italiano per L’Aquila, postazioni in allestimento

foto 5 (1)Una corsetta fra le 18 postazioni del centro storico a due ore dal via ufficiale della maratona “il Jazz italiano per L’Aquila”. Dal Castello cinquecentesco a piazza Chiarino fino alla Fontana delle 99 Cannelle, dove per scelta degli organizzatori è stata lasciata aperta l’acqua che farà da sottofondo agli arrangiamenti

Up here in my tree

Cosimo guardava il mondo dall’albero: ogni cosa, vista di lassù era diversa, e questo era già un divertimento.
Il viale aveva tutt’un’altra prospettiva, e le aiuole, le ortensie, le camelie, il tavolino di ferro per prendere il caffè in giardino. …
Mio fratello stava come di vedetta.
Guardava tutto, e tutto era come niente. …” (Il Barone rampante – Italo Calvino)  

Continua a leggere

Let’s just keep on riding

06a31941

#Ioleggoperché

wpid-IMG_20131208_085945

“Se una società basata sul mito della produttività (e sulla realtà del profitto) ha bisogno di uomini a metà – fedeli esecutori, diligenti riproduttori, docili strumenti senza volontà – vuol dire che è fatta male e bisogna cambiarla. Per cambiarla, occorrono uomini creativi, che sappiano usare la loro immaginazione”. La fantasia al potere? Ebbene sì. “Tutti gli usi della parola a tutti. Non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo” (Gianni Rodari) 

I poliziotti non-poliziotti di Ferguson

Police stopped my brother again, quando la musica ridisegna la società da una prospettiva diversa. Quello della militarizzazione della polizia è un tema complesso che riguarda gli Usa, così come qualsiasi altra Nazione. Ecco una riflessione di Salvatore Santangelo che arriva attraverso il suo blog su Huffington Post
11012915_10203849527224660_5752640711313697467_n

Continua a leggere

10991267_10205135730020138_4041293171011827660_n… è che non son più bravo ad andare contro corrente…

Volontari a Bruxelles in “Casa Abruzzo”

Foto BruxellesSei un giovane tra i 18 e i 30 anni e sei nato, risiedi o hai studiato in Abruzzo? Hai voglia di viaggiare e tempo da investire in uno scambio internazionale, o meglio “transnazionale” per conoscere da vicino i pilastri dell’Europa? Forse il progetto “Regioni di Bruxelles per i Giovani” potrebbe interessarti. Si tratta dell’iniziativa promossa dalla Regione, in collaborazione con le regioni-partner di Dubrovnik-Neretva (Croazia), Lubuskie (Polonia) e Presov (Slovacchia). Nell’arco dei 2 anni, un’ottantina di giovani provenienti da queste regioni viaggerà a Bruxelles per far parte delle attività di scambio o servizio di volontariato. Sulla sezione dedicata ai progetti comunitari del sito della Regione ci sono le indicazioni relative alla quarta “chiamata” in vista dello scambio multilaterale di “Primavera 1”. Continua a leggere